Esclusione per gli acquisti di beni effettuati all’estero fino a 5.000 euro per alcune tipologie di operazioni

In QUESTO ARTICOLO avevamo già trattato in dettaglio come si deve compilare una fattura elettronica per integrare un acquisto estero.

Adesso però il decreto Semplificazioni appena approvato ha leggermente ridimensionato l’obbligo.

In particolare NON si dovrà emettere la fattura elettronica di integrazione per acquisti esteri in 3 casi:

– operazioni per le quali è stata emessa una bolletta doganale,
– operazioni per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche, nonché
– quelle, purché di importo non superiore a € 5.000 per ogni singola operazione, relative ad acquisti di beni e servizi non rilevanti territorialmente ai fini Iva in Italia ai sensi degli artt. da 7 a 7-octies D.P.R. 633/1972. 

L’ultimo caso è relativo a alcune tipologie di operazioni estere poco frequenti, come cessioni di beni immobili, alberghi, ristoranti, acquisto carburante…

Siccome me lo chiedono in molti, chiarisco che (salvo future diverse interpretazioni della norma), purtroppo bisogna effettuare l’integrazione anche per tutte le varie micro fatture come SumUp, Amazon, Facebook, Google Ads eccetra. 

E i forfettari?

Abbiamo già visto che i soggetti rientranti nel regime di vantaggio, i soggetti rientranti nel regime forfetario e i soggetti che hanno esercitato l’opzione di cui agli artt. 1 e 2 della L. n. 398/1991, dovranno emettere obbligatoriamente le fatture in formato elettronico dal 1° luglio 2022 a condizione che i ricavi o compensi, ragguagliati ad anno, conseguiti nell’anno precedente, siano superiori a 25.000 euro.

Dal 1° luglio 2022 i dati delle operazioni transfrontaliere dovranno essere trasmessi anche dai questi soggetti, con le stesse regole di cui abbiamo parlato prima. Ricordiamo inoltre che dal 1° gennaio 2024 la fattura elettronica sarà obbligatoria anche per i soggetti ora esclusi, cioè quelli che, nell’anno precedente, non hanno superato la soglia di 25.000 euro di ricavi o compensi.

Published On: 28/06/2022Categories: Adempimenti, Dogane, Fattura Elettronica, Novità fiscali

Ultimi articoli

Categorie

Cerca nel sito